Storia del LI.SI.PO.

 

LISIPO_OK

LIBERO SINDACATO DI POLIZIA (LI.SI.PO.)

 

Le  radici, la storia.

 

 Le battaglie, le iniziative, i toni risoluti,  determinati, gli obbiettivi, la chiarezza del messaggio, sono solo degli elementi essenziali che hanno caratterizzato  la storia trentennale del nostro Sindacato, il LI.SI.PO., piccola ed agguerrita organizzazione nata e sviluppatasi, per tutelare i diritti degli operatori di Polizia e dei cittadini tutti. Il LI.SI.PO., è  stato ed è un sindacato diverso, un sindacato pronto al dialogo, ma  fermo nella sua linea di difesa ad oltranza  dei diritti degli operatori di Polizia, troppe volte calpestati, sviliti  e dissolti, di fronte all’arroganza del prepotente di turno che, forte della sua posizione dominante, ha creduto o crede, di poter fare scempio, del diritto altrui. La storia ci appartiene. Documenti, filmati unici, sono i testimoni  di gloriose ed incancellabili  pagine di storia, una storia solo apparentemente secondaria, ma che fa parte a pieno titolo, della storia del nostro Paese, storia di lotte per i diritti più elementari degli operatori di Polizia, pagine di dignità e di amore per l’Uniforme e per la Patria comune. Una storia costruita giorno per giorno, con sacrificio, abnegazione e come ogni pagina di storia, ha  i suoi eroi. Uno per tutti: Carmine GAGLIARDI.  Coraggioso, caparbio Poliziotto  pugliese, di Lucera, aveva avuta l’intuizione di creare un sindacato diverso, alternativo, non omologato e così, assieme ad un pugno di amici, animati dallo stesso “sacro fuoco”, fondò il Libero Sindacato Polizia. Un Sindacato mai troppo vicino e tantomeno “amico” del “palazzo”, un Sindacato “scomodo”, questo era il nuovo soggetto sindacale, che sin dai primi passi, aveva calcato la scienza sindacale. Gli anni passavano, il  LI.SI.PO., riuscì, unitosi in “federazione”, a diventare uno dei Sindacati “maggiormente rappresentativi”, cioè, abilitato  a discutere e sottoscrivere gli accordi sindacali. Seguirono anni in “chiaroscuro”, finché si giunse  alla scomparsa della gloriosa sigla “LI.SI.PO”, con la creazione di un nuovo soggetto sindacale. Nel panorama sindacale, si sentiva forte la mancanza del LI. SI.PO., sigla gloriosa, protagonista  di tante pagine di storia  ed un pugno di irriducibili, capitanati dal penultimo segretario nazionale, Antonio de Lieto, fece risorgere la sigla che non è e non vuole essere  una operazione “nostalgia”, ma la riproposizione di un modello di lotta Sindacale, di uno strumento, di cui si sente, fortemente, la necessità. Lentamente, il tessuto organizzativo, si sta ricomponendo, come pure, il risorto Sindacato, si sta riappropriando del suo ruolo, della sua funzione. La Storia non si crea dal nulla, la storia non si cancella  e, come un fiume carsico, riemerge in tutta la sua  virulenza, per riappropriarsi di quello spazio che gli appartiene.

 

Manifestazione LI.SI.PO.                                                       Manifestazione LI.SI.PO.  

Funzione Pubblica – 21 marzo 1989                   festa della Polizia - 5 maggio 1989          

 

 

              

 

4° congresso nazionale e varie

 

CONGRESSO

CONGRESSO_1

CONGRESSO_2

 

 

 

 

 

 

CONGRESSO_3

CONGRESSO_4CONSIGLIO 

 

 

 

 

 

CONSIGLIO_1

MANIFESTAZIONEVARIE 

 

 

 

 

 

MANIFESTAZIONE_1

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 22 Agosto 2001 per la prima volta nella sua storia il LI.SI.PO. (Libero Sindacato Polizia) è stato ospite del TG1 delle ore 20:00 in un momento di massima audience. Il LI.SI.PO., ha fatto sentire la sua voce non solo al TG1,TG2,TG3 nazionale e regionali, ma anche sulle reti Mediaset Canale 5, TG4, Italia1, sulla TV “LA 7″, sulle reti saltellitari oltre alla tante emittentiradiofoniche (GR1, GR2, GR3, RTL, ecc. >>> RITAGLI STAMPA